mercoledì 30 marzo 2016

"Visita guidata e aperitivo alla mostra "Onirica Navigazione" a Bagnacavallo (RA) giovedì 31 marzo 2016

Segnalo  giovedì 31 marzo 2016 alle 18.00 al Museo Civico delle Cappuccine, via Vittorio Veneto 1, Bagnacavallo (RA) visita guidata e aperitivo per la mostra "Onirica Navigazione", in compagnia del curatore Diego Galizzi. Per un bel viaggio nel mondo del sogno, e anche dell'incubo, insieme ad alcuni grandi maestri della grafica contemporanea. Si potranno inoltre degustare i vini del territorio offerti dall'Azienda Agricola Daniele Longanesi. L'evento è gratuito. Organizzazione a cura del Museo Civico delle Cappuccine / Gabinetto delle Stampe Antiche e Moderne. 

"Ingranaggi. Musica nelle Imprese" dal 1 aprile al 20 maggio 2016

Segnalo "Ingranaggi. Musica nelle imprese", un festival fatto di concerti e mostre che si svolgerà nelle imprese della Bassa Romagna in cinque tappe a partire dal 1 aprile 2016. Ingranaggi è il festival che unisce due mondi apparentemente distanti: l'impresa e il concerto. Cinque appuntamenti di musica e arte a ingresso gratuito, nelle aziende della Bassa Romagna. In collaborazione con Regione Emilia Romagna, Unione dei Comuni della Bassa Romagna, Radio Web sonora. Per info 393358002382. Per il programma dettagliato inserisco la locandina eventi.

martedì 29 marzo 2016

"La Romagna dei Libri" a Fusignano (RA) giovedì 31 marzo 2016

Al centro culturale “Il Granaio” di Fusignano, in piazza Corelli 16, terzo e ultimo appuntamento con la rassegna “La Romagna dei libri”. Giovedì 31 marzo alle 21 Eraldo Baldini presenterà il suo ultimo libro "I riti del nascere in Romagna - gravidanza, parto e battesimo in una cultura popolare" (Il Ponte Vecchio). Ad accompagnare lo scrittore ci sarà lo studioso Giuseppe Bellosi. La serata è a ingresso libero; la rassegna è stata organizzata dalla biblioteca comunale “Carlo Piancastelli”. Per ulteriori informazioni, contattare l’URP del Comune di Fusignano al numero 0545 955653

sabato 26 marzo 2016

"Concerto di Pasqua" in Sant'Apollinare Nuovo, Ravenna (RA) lunedì 28 marzo 2016

Anche quest’anno la cooperativa Emilia Romagna Concerti organizza il tradizionale Concerto di Pasqua nella monumentale Basilica di Sant’Apollinare Nuovo, via di Roma 52, Ravenna (RA). L'evento avrà luogo lunedì 28 marzo alle ore 18.30, con l’esecuzione dell'opera per voci soliste, coro, orchestra e organo di Johann Sebastian Bach "La Passione secondo San Giovanni".  Per la edizione 2014 di questo concerto, potete trovare un post in archivio su questo blog, leggendo qui. Vi piacerà, ne sono certa, non mancate! 

venerdì 25 marzo 2016

Week end di Pasqua all'insegna di arte e cultura a Cervia e Milano Marittima (RA)

Il lungo ponte dal 26 al 28 marzo 2016 si preannuncia come un ricco week end pasquale con una effervescenza di eventi artistici e culturali che vanno ad arricchire il già corposo programma di "Primavera Marittima" a Cervia (RA) e Milano Marittima(RA). Apre in occasione di Pasqua il  magazzino darsena. Il 27 marzo  nell’edificio settecentesco si terrà la "Preview di Magma Modulo Fest 2016",  seconda edizione del festival artistico la cui versione integrale si terrà in giugno nelle località di Cervia e Milano Marittima. In questa  serata di preview due giovani artiste si esibiranno in  performance di grande suggestione. Esibizione sonora live per Aïsha Devii, artista svizzera che cavalca l’onda dell’underground elettronico europeo fin dal 2004. Un sapiente mix di armonie sonore e visual è la caratteristica di questa esibizione legata anche alle origini nepalesi/tibetane dell’artista. Devii propone un paesaggio musicale teso, viscerale, che diviene spesso nodoso e industriale così come ballabile. La seconda artista è Natália Trejbalová, giovane artista nata in Slovacchia nel 1989, che attualmente vive a Milano. Lavora principalmente con installazioni e video per creare ambienti attivi. Per Magma e per la giornata di preview del Modulo Fest 2016 propone una performance di arti visive studiata appositamente per  l’ambiente particolare  del Magazzino darsena  con videomapping, installazioni e allestimenti dedicati ad oggetti. L’apertura è prevista alle 18.00 con un momento di aperitivo e degustazione alle 18.30. La serata continuerà con le performance alle 21.30 di  Natália Trejbalová e alle 22.30  di Aïsha Devii.  
Il 28 e 29 marzo , prologo al festival estivo, presso la sala Rubicone  si terranno gli appuntamenti con "Filosofia sotto le Stelle". Durante  gli incontri, condotti dal giornalista e scrittore Massimo Previato in Sala Rubicone,  verrà trattato il tema de “La speranza della politica”. L’incontro del  28 marzo alle ore 18,00  vede gli interventi di Vincenzo Vitiello e Massimo Donà su “Croce filosofo politico”. Si affronteranno  il  pensiero, il linguaggio e lo slancio ideale del grande filosofo, storico e politico. Il secondo incontro, in programma il 29 marzo alle ore 21,00, avrà le caratteristiche di un Laboratorio filosofico. Sarà Erasmo Storace a condurlo, ispirandosi ad un  testo da lui curato ““Figure d’occidente”. Lo sguardo d'insieme intorno al senso dell’essere, avviene attraverso la lettura di Platone, Nietzsche e Heidegger, i quali incarnano la genesi, l’essenza e la crisi del pensiero dell’Occidente.  
Dal 26 marzo al 24 aprile a MUSA, museo del sale di Cervia   la mostra di immagini fotografiche di Marialivia Sciacca “ Corrispondenze”. Paesaggi industriali e paesaggi naturalistici si alternano per raccontare una storia di vita attraverso scatti fotografici in analogico e in digitale. Corrispondenze racconta due luoghi della vita dell’artista: il paesaggio naturale attorno alla sua casa, lungo il Rubicone, e quello industriale del porto di Ravenna. Due luoghi apparentemente molto diversi, entrambi segnati dall’acqua. Continuano inoltre le esposizioni  nel centro storico della località. Visitabile fino al 28 marzo nella Sala Artemedia, in piazza G. Garibaldi  la mostra fotografica di Marco Vannini intitolata "Di terra e di mare". Vannini fotografo professionista di Santarcangelo di Romagna propone un’emozionante narrazione per immagini della tradizione e dei luoghi conosciuti e cari ai cervesi, narrazione che avviene per particolari, valorizzando scorci di luoghi così comuni e sotto gli occhi di tutti da passare spesso inosservati. Aperto dal giovedì alla domenica e festivi, dalle 18 alle 21.30. Aperta fino al 30 marzo presso il Magazzino del Sale Torre, la personale di Annibale  "Io non sono qui". Chiuso negli spazi ristretti della sua casa/studio, l’artista ha lavorato scarnificando l'immagine fin quasi a distruggerla per lasciare sullo sfondo solo l'ombra del suo fantasma. Con una gestualità istintuale e selvaggia, a volte riciclando oggetti del consumo quotidiano sono nate le nuove opere esposte al magazzino del sale . Aperta nei giorni  feriali dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19; nei festivi con orario continuato dalle 10.00 alle 19.00

"La forma del dialogo. Bruno Ceccobelli e le icone della collezione classense" a Ravenna (RA) dal 3/4 al 30/10/2016

Il Polo Museale dell’Emilia Romagna, in collaborazione con Il Cigno GG Edizioni di Roma, dedica un evento espositivo alle icone del Museo Nazionale in dialogo con le opere dell’artista Bruno Ceccobelli. “La forma del dialogo. Bruno Ceccobelli e le icone della collezione classense” è il titolo scelto per questa mostra, che consentirà, dal 3 aprile al 30 ottobre 2016, di ammirare il riallestimento della "Sala delle Icone" e circa 80 tra opere iconiche istallazioni site-specific dell’artista umbro presso il Museo Nazionale di Ravenna e la Basilica di Sant’Apollinare in Classe, in un dialogo ideale fra arte contemporanea e antica, in un sito patrimonio dell’Umanità UNESCO. Nelle due sedi espositive Bruno Ceccobelli ha realizzato delle istallazioni site-specific. “Platò Peco Psico Pato” è il titolo-filastrocca scelto per l’istallazione nella Sala della Sinopia del Museo Nazionale di Ravenna. Si tratta, stando alle parole dell’artista, di un’opera “bidimensionale deposta su un piano orizzontale”, raffigurante “un gregge di pecore dormienti, distese a tappeto”, e realizzata attraverso “una sorta di mosaico sperimentale, composto da materiali vari di recupero industriale, secondo la più classica tradizione dadaista”. “Musive in sospensione” è invece l’installazione collocata nella splendida cornice bizantina della Basilica di Sant’Apollinare in Classe - Patrimonio dell’UNESCO dal 1996 - per onorare la magnifica tradizione del mosaico.
Le Icone di Ceccobelli, come sottolinea Claudio Spadoni, sono “immagini per eccellenza del sacro, di una religiosità, letteralmente di un atto sacrale, che attraversa le categorie temporali nella sua flagrante inattualità”. L’artista vi ritrova “la serenità e la concentrazione precluse inevitabilmente alla vita quotidiana del nostro tempo. Ed è sempre nella materia, anche la più dimessa e usuale, che l’artista attiva, come per trasmutazione alchemica, il processo di investitura simbolica che ora lo porta a dialogare con la complessità architettonica e iconologica di un tempio della religiosità come Sant’Apollinare in Classe”.
La Collezione delle icone del Museo Nazionale di Ravenna è formata da quasi duecento dipinti su tavola, provenienti con rare eccezioni dalla raccolta dei padri camaldolesi di Classe costituitasi nel Settecento. Tra i dipinti della collezione sono presenti molte icone databili tra il tardo Trecento e il Settecento: alcune provengono direttamente dal mondo slavo, altre traducono in un nuovo stile iconografie di stretta osservanza ortodossa, mentre la maggior parte è legata alla scuola sorta nell’isola di Creta, dal 1204 dominata da Venezia. Gli scambi con la città lagunare portarono i maestri cretesi a cercare nuovi incentivi, e nuovi modi espressivi. Il nuovo allestimento, curato da Rosa D’Amico, permette una più corretta fruizione dei nuclei di maggiore significanza e restituisce al pubblico alcune icone sinora conservate nei depositi. L’inaugurazione della mostra, a cura di Emanuela Fiori, Direttore del Museo Nazionale di Ravenna, e di Rosa D’Amico avrà luogo preso il Museo Nazionale a partire dalle ore 18 di sabato 2 aprile. Saranno presenti Mario Scalini, Direttore del Polo Museale dell’Emilia Romagna, Bruno Ceccobelli e Lorenzo Zichichi de Il Cigno GG, editore del catalogo. 

"Concerto di Pasqua" nella Chiesa di Santa Maria Maggiore, Ravenna (RA) domenica 27 marzo 2016

Segnalo "Concerto di Pasqua" nella splendida cornice della Chiesa di Santa Maria Maggiore, via Galla Placidia, Ravenna (RA) domenica 27 marzo 2016 alle ore 17.00. Ingresso a offerta libera. Concerto a cura di Orchestra Arcangelo Corelli, direttore Jacopo Rivani. Assolutamente consigliato.  

"Una luce per la memoria, una luce per la libertà" a Cervia (RA) sabato 26 marzo 2016

Sabato 26 marzo 2016 alle ore 16.30 verrà presentato nella Sala Rubicone dei Magazzini del Sale a Cervia (RA) il libro "Una  luce per la memoria, una luce per la libertà", edizioni Fedelo's, del fotoreporter Sandro Capatti. Oltre all’autore saranno presenti il dott. Andrea Marvasi casa editrice Fedelo’s, Giampietro Lippi Presidente ANPI Cervia, Alessandro Forni Presidente dell’Associazione Culturale “Menocchio” e il Vicesindaco Gabriele Armuzzi. Il libro è composto da immagini fotografiche scattate dall’autore, con testimonianze dirette rilasciate alla giornalista Nadezhda Kalinina, dai superstiti di quella generazione di bielorussi che combattenti in varie forme, come semplici contadini, allevatori fino ad arrivare all’arruolamento nella ex Armata Rossa, che respinse gli invasori tedeschi dell’allora Unione Sovietica. Il libro è stato realizzato in memoria dei caduti e dei perseguitati dal regime nazista, perché il ricordo e la memoria non debbano mai essere dimenticati. La prefazione è della professoressa Marina Rossi docente di storia presso l’Università di Trieste e ricercatrice presso l’Istituto Regionale per la Storia del Movimento di Liberazione di Trieste. Sandro Capatti fotografo professionista e corrispondente di agenzie di stampa di primo piano come Ansa e Fotogramma, Capatti è da sempre un appassionato di fotoreportage d’inchiesta, in particolare di carattere sociale. Ha svolto vari reportage in Africa, dall’Eritrea al Togo, Benin, Sudan e Darfhoru, Etiopia. L’argomento sociale per Capatti è fondamentale: denunciare i soprusi, i diritti violati sui bambini e donne, fame e carenze sanitarie ecc. Nel dicembre 2003 partecipa al Premio Nicolini a Ferrara. La sua fotografia riceve una menzione speciale di merito nella sezione pittura. Questo perché le sue immagini fotografiche di alta qualità e tecnica vengono considerate anche come immagini artistiche di grande spessore qualitativo e creativo. In ottobre 2010 è uscito il suo libro dal titolo “Sorrisi strappati alla guerra", realizzato nei campi profughi e degli orfanotrofi della Bosnia, step conclusivo di questo progetto realizzato in collaborazione con l’associazione Cosmohelp di Faenza. Ha realizzato  un progetto sul tema del nucleare recandosi in Bielorussia ed Ucraina nelle zone contaminate dalle radiazioni e al reattore di Chernobyl. In maggio 2011 presso l’Antica Biblioteca Nazionale di Gomel in Bielorussia,sono state esposte  50 immagini in bianco e nero realizzate nella cosiddetta “zona 30”, il raggio di 30 km dichiarato non più vivibile per l’uomo a causa della contaminazione radioattiva.  Il progetto si svolge in collaborazione con l’associazione Help for Children di Parma. Attualmente sta lavorando ad altri importanti progetti fotografici “Teatro 360°: Riabilitare, Educare, Essere” e un progetto sulle Case della Salute che prevedono due nuove pubblicazioni.




giovedì 24 marzo 2016

Visita alla "Grotta di re Tiberio" venerdì 25 marzo 2016

Segnalo una suggestiva escursione alla "Grotta di re Tiberio" venerdì 25 marzo 2016 alle ore 15.00, con partenza dalla Rocca di Riolo Terme (RA). Per info e prenotazioni 0546 71025. Quota di partecipazione 5,00 euro a persona. Per ulteriori info visita il sito

Trekking urbano a Faenza (RA) lunedì 28 marzo 2016

Segnalo trekking urbano organizzato dal MIC - Museo Internazionale delle Ceramiche - di Faenza lunedì 28 marzo alle ore 10.00. Una passeggiata alla scoperta di una Faenza (RA) che non ti aspetti. Il centro cittadino custodisce alcune ceramiche di arredo urbano che rendono ancora più bella la città. Si andrà alla scoperta di queste opere, dei loro segreti e delle curiosità che esse nascondono. Quota di partecipazione euro 7,00. Prenotazione obbligatoria presso il MIC al 335 1209933.  





"Corrispondenze" al MUSA di Cervia (RA) dal 26 marzo al 24 aprile 2016

Segnalo dal 26 marzo al  24 aprile a MUSA di Cervia la mostra di immagini fotografiche di Marialivia Sciacca “Corrispondenze”. Paesaggi industriali e paesaggi naturalistici si alternano per raccontare una storia di vita attraverso scatti fotografici in analogico e in digitale. "Corrispondenze" racconta due luoghi della vita dell’artista: il paesaggio naturale attorno alla  sua casa, lungo il Rubicone, e quello industriale del porto di Ravenna. Due luoghi apparentemente molto diversi, entrambi segnati dall’acqua. Il silenzio del primo è spezzato e continua nei suoni del secondo, ma non c’è interruzione. La vita che cresce senza essere vista trova eco nelle movimentazioni importanti degli uomini in azione. La trasformazione continua è l’unica realtà, di cui l’acqua che scorre, mai uguale a se stessa, è simbolo. Per ulteriori info visita il sito
E' un tempio la Natura ove viventi
pilastri a volte confuse parole
mandano fuori; la attraversa l'uomo
tra foreste di simboli dagli occhi
familiari. I profumi e i colori
e i suoni si rispondono come echi
lunghi che di lontano si confondono
in unità profonda e tenebrosa,
vasta come la notte ed il chiarore.
Charles Baudelaire, LesFleursDu Mal, 1857 
 

Visita guidata al "Giardino delle Camelie" a Lugo (RA) martedì 2 aprile 2016

Segnalo una anticipazione della bella manifestazione "Meraviglie Segrete", che si terrà dal 7 al 8 maggio 2016 nei giardini aperti al pubblico della provincia di Ravenna. Si tratta di un evento legato alla fioritura delle camelie: una visita guidata al "Giardino di Giuliani", viale Dante 110, Lugo di Romagna (RA) sabato 2 aprile dalle 15.00 alle 17.00. Lo chiamano "Il signore delle camelie". Sorride, Gian Paolo Giuliani, quando lo chiamano così, anche se ormai ci ha fatto l'abitudine. “E' iniziato tutto per gioco.” - racconta Gian Paolo - mi sono innamorato delle camelie dopo averne acquistata una. E da lì non mi sono più fermato. Anni di passione nella ricerca botanica e nell'ibridazione mi hanno permesso di piantare circa cinquanta varietà differenti, provenienti da ogni angolo del mondo, per un numero imprecisato di piante fra grandi e piccole. Sono molto orgoglioso in particolare delle camelie asiatiche, giapponesi e cinesi, che sono assai rare da trovare in Italia. La fioritura di queste piante è uno spettacolo davvero meraviglioso.”. Gian Paolo Giuliani, in accordo con l'associazione "Giardino&Dintorni" che organizza la manifestazione “Meraviglie Segrete” il 7 e 8 maggio 2016, ha deciso di aprire il proprio giardino ai visitatori in anticipo di un mese rispetto alla data ufficiale,  per mostrare la  fioritura delle camelie. Il giardino di Giuliani è una vera e propria meraviglia segreta, un piccolo tesoro del territorio costruito negli anni con pazienza e sapienza. Abbiamo deciso assieme a Gian Paolo di fare un piccolo sforzo per permettere al pubblico di apprezzarne al meglio lo splendore, nel periodo di fioritura. Cerchiamo di essere coerenti con lo spirito della manifestazione che è di promuovere una cultura del verde che permetta di scoprire la bellezza della campagna ravennate. Il giardino di Giuliani rappresenta sicuramente un'eccellenza che merita di essere valorizzata.” L'ingresso è ibero. Per info 0545 25218 oppure Patrizia Matteucci Cell. 333.3347358. 

mercoledì 23 marzo 2016

Visita alla Pinacoteca di Ravenna (RA) riaperta martedì 22 marzo 2016

80 mila euro di finanziamenti europei sono stati sufficienti per procedere al riallestimento della collezione moderna e contemporanea della Pinacoteca, che ha sede presso il MAR, via di Roma 13, Ravenna (RA). Martedì 22 marzo 2016 si è tenuta la cerimonia di riapertura degli spazi espositivi, alla presenza delle autorità cittadine

Si tratta di una operazione complessa, ha esordito Alberta Fabbri, nuova conservatrice del museo, alla quale ha ceduto il testimone Nadia Ceroni. Una operazione necessaria per dare senso alla narrazione che, presso il MAR di Ravenna, si snoda lungo due linee temporali: da un lato la cronologia delle opere e dall'altro la linea di acquisizione del patrimonio, in una sorta di percorso elicoidale. 

Le stanze sono ben aerate e illuminate, i pannelli esplicativi di facile fruibilità. Il percorso di visita del nuovo allestimento prende avvio dall'epoca della restaurazione, con l'istituzione della galleria della Accademia di Belle Arti di Ravenna, inaugurata nel 1829. Nel 1919 Corrado Ricci pensa a una Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea – non ancora realizzata – con il deposito di un nucleo di opere selezionate dopo il riordino della Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma. Nello stesso anno l’Accademia acquista un disegno di Klimt che proprio a Ravenna, di fronte alla maestà ieratica di Teodora, aveva trovato risposta alla propria ricerca. E’ l’inizio di una politica di accessione delineata da Corrado Ricci per accreditare il museo come osservatorio sull’attualità. 

In un prossimo futuro, precisamente sabato 23 aprile 2016, la Pinacoteca verrà fatta oggetto di una "Invasione Digitale" alla quale vi esortiamo a partecipare numerosi. Per visite guidate e non, gli orari di apertura sono i medesimi del museo: da martedì a domenica dalle 9.00 alle 18.00. Per ogni altro approfondimento visitate il sito

Visita al Palazzo del Governo, Piazza del Popolo 26, Ravenna (RA) grazie a "Giornate FAI"

Si sono svolte sabato 19 e domenica 20 marzo 2016 le "Giornate FAI di Primavera", un appuntamento al quale non potevamo proprio mancare. La proposta della delegazione FAI di Ravenna constava nella visita al Palazzo del Governo, Piazza del Popolo 26, Ravenna (RA).  
L'architettura è austera, per un edificio che potremmo definire tardo barocco. La pianta allungata del corpo del Palazzo del Governo, la cui unica licenziosità è il portale barocco, lo rendono similare al Palazzo del Quirinale e soprattutto a Palazzo Farnese a Roma. Questi elementi farebbero supporre la presenza di un progettista romano, forse Francesco Fontana, già presente a Ravenna per la realizzazione della chiesa di S. Maria dei Suffragi edificata tra 1701 il 1714 e del Palazzo degli Spreti, attuale "Casa del Popolo".
Siamo stati tra i primi a entrare a Palazzo sabato mattina alle 10.00, quando davanti all'ingresso già si formava una lunga coda. L'iniziativa "Ciceroni per un giorno" messa a punto dal FAI - Fondo Ambiente Italiano - trasforma gli studenti delle scuole medie inferiori e superiori in ciceroni per un giorno, con tanta preparazione in storia dell'arte nelle settimane precedenti l’evento, e tanta emozione e voglia di fare nelle due giornate dedicate a questo simpatico appuntamento.. Noi lo amiamo in modo particolare, per cui di anno in anno raccontiamo luoghi ed eventi, documentando le nostre visite grazie alle nostre foto. 
Sulle rampe di accesso ai piani nobili del Palazzo, abbiamo potuto ammirare gli stemmi e la cronologia dei governanti di Ravenna. L’opera è firmata dal pittore Angelo Ferrari (1799-1894). Da Giulio Cesare fino alla restituzione della città alla Stato Pontificio nell’anno 1509, dipinti su commissione del Cardinale Legato Saverio Massimo nell’anno 1846. La galleria fu completata nel 1849 sotto il governo della Repubblica Romana e quindi costantemente aggiornata dallo stesso Ferrari sino alla proclamazione del Regno d’Italia nell’anno 1861.
Belle le statue in gesso che adornano la scalinata di accesso ai piani alti, donate dalla Accademia di Belle Arti di Ravenna. La sale di rappresentanza del Governo, attualmente di rado aperte per funzioni pubbliche, sono arredate ciascuna in colore monotono. Si susseguono stanze in colori diversi: la stanza rossa, quella oro, quella rosa, ecc. Raffinati gli arredi, di pregio i dipinti alle pareti, neoclassici gli stucchi, affrescati i soffitti di alcune stanze. 
Giova segnalare che nel 1688 a Ravenna ci fu un disastroso terremoto che fece crollare anche il campanile della Chiesa di San Vitale e provocò danni al Palazzo del Governo. Il complesso del Palazzo Legatizio, che occupava quasi un intero isolato, ospitava non solo la sede del cardinale Legato e gli uffici amministravi ma anche l'alloggio del suo vice nella parte meno ricca dello stabile.  Nella parte retrostante vi erano gli alloggi delle guardie e le carceri; le esecuzioni capitali avvenivano generalmente nella piazza per impiccagione o decapitazione come si desume dai registri comunali del XVI secolo.  Tante curiosità, tanti piccoli tasseli della storia di Ravenna che trovano collocazione, grazie alla splendida attività delle "Giornate FAI di Primavera"



martedì 22 marzo 2016

"Costumi e ceramiche d'arte" al Sacrario dei Caduti, Bagnacavallo (RA) fino al 28 marzo 2016

E' stato un vero piacere assistere al vernissage della mostra "Costumi e Ceramiche d'arte" sabato 19 marzo 2016 presso il Sacrario dei Caduti di Bagnacavallo (RA). Persone speciali hanno fatto rete per dare vita a un evento che intende valorizzare gli artisti e i prodotti del territorio di Romagna. 
In prima fila Anna Tazzarii, ceramista di chiara fama che vive e lavora a Bagnacavallo, la quale ha proposto ceramiche d'arte ispirate alla musica. Presenti la "Signora Maria", una delle più riuscite creazioni della fervida artista, con il marito Felice, presentato al pubblico per la prima volta nel 2015.
Ad accompagnare le belle ceramiche di Anna Tazzari, gli splendidi "Costumi d'arte" di Daniel Zuccato, che nasce a Venezia ma vive a Imola. Stilista e costumista, ha lavorato per anni con il Teatro La Fenice di Venezia e la Biennale Danza. Propone splendidi costumi, pezzi unici ispirati alla natura e ai fiori, dai colori variopinti. I dettagli sono molto interessanti, ve ne propongo uno in foto.
Ma cosa sarebbe un evento in Romagna se non fosse accompagnato da una degustazione? Ed ecco che ad allietare l'evento ci ha pensato Alessandra, titolare della azienda agricola Alessandra Ravagli, la quale ha provveduto a mescere una Malvasia IGP di produzione propria che si ispira alla "Signora Maria", commercializzato dal 2015. Tocco finale dell'evento, graditissimo ai presenti, un breve intermezzo vocale, a cura di Serena Bandoli.
La mostra rimarrà fruibile fino al 28 marzo 2016, osservando gli orari seguenti: nei feriali dalle 15.00 alle 18.00 e nei festivi dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00. In occasione del finissage, in data 28 marzo alle 17.30, presso il Sacrario dei Caduti si potrà assistere a concerto curato dalla Corale Bagnacavallese Ebe Stignani. Vi consiglio vivamente di essere presenti. bello il luogo e bella la mostra.
Il Sacrario dei Caduti, via Garibaldi 45, Bagnacavallo (RA) è stato riaperto al pubblico grazie all’impegno di numerose associazioni locali aderenti al progetto “Il volontariato bagnacavallese adotta il Sacrario dei Caduti” che, con il supporto di Comune, Parrocchia e Pro Loco, capofila del progetto, hanno raccolto i fondi necessari (oltre centomila euro) per realizzare i lavori nella struttura danneggiata dal sisma del 2012.
La Chiesa della Confraternita dei Battuti Bianchi risale alla prima metà del XVIII secolo ed è dedicata ai caduti bagnacavallesi di tutte le guerre. Ha pianta ottagonale con cappelle laterali in cui si conservano alcuni interessanti dipinti, fra i quali una secentesca "Madonna con Bambino, Santi e Confraternita dei Battuti Bianchi" del frate bagnacavallese Antonio Contessi. Nell'abside della chiesa sono conservate le spoglie di Francesco Berti, patriota del Risorgimento, compagno dei fratelli Bandiera nella sfortunata impresa che, in epoca napoleonica,  si concluse tragicamente in Calabria.

lunedì 21 marzo 2016

"Di assoluti Luoghi" di Franco Palazzo alla niArt Gallery di Ravenna (RA) dal 2 al 23 aprile 2016

Sabato 2 aprile 2016, alle ore 18,00  alla niArt gallery, via Anastagi 4/6, Ravenna (RA), inaugurazione   della mostra "Di assoluti Luoghi" di Franco Palazzo che presenta  un ciclo di singolari acquarelli ispirati a luoghi che, visti dall'artista nella loro alterità, risultano scenari di transito per l'anima. Insondabili e misteriosi luoghi-non-luoghi, ai quali l'accesso materiale sembra essere assolutamente negato, comunque reso altamente improbabile. L'artista sente questi luoghi come "congelati nella loro solitudine, immuni da contaminazioni da sviluppo urbano o industriale, dove l’umano e il divino sembrano arcanamente esserci, anche se assenti. Paesaggi liberati dal vincolo del proprio aspetto fisico e traghettati in una dimensione poetica pura. Qui lo spiritus loci aleggia sopra un'archeologia che vive una rara integrazione: geologica, antropica e naturale.  Luoghi che hanno attraversato il Tempo e sono stati visitati dal volo degli Angeli, giungono a noi variamente erosi, modificati, coperti di vegetazione e si offrono al nostro sguardo evocando sensazioni di onirica estraniazione".  Catalogo con testo critico di Odette Gelosi in galleria. Direzione artistica Felice Nittolo. La mostra rimarrà fruibile fino al 23 aprile osservando gli orari seguenti: martedì, mercoledì e sabato dalle 11.00 alle 12.30, giovedì, venerdì e sabato dalle 17.00 alle 19.00





Concerto di Pasqua a Fusignano (RA) martedì 22 marzo 2016

Martedì 22 marzo alle 20.30 all’Auditorium Corelli di Fusignano, in vicolo Belletti 2, ci sarà il concerto di Pasqua. Sul palco si esibirà il gruppo corale “Arcangelo Corelli”, con la partecipazione del coro delle voci bianche della scuola di musica di Fusignano(RA). L’ingresso è a offerta libera. Il concerto è organizzato dal Comune di Fusignano in collaborazione con Auser, Agis e Pro Loco. Per ulteriori informazioni, telefono 0545 955653. 

mercoledì 16 marzo 2016

Visite guidate all'Antico Porto di Classe e al "Mosaico dell'Onda" a Classe (RA) 19 e 20 marzo 2016

Segnalo un fine settimana di visite guidate gratuite all'Antico Porto di Classe (RA) e al Mosaico dell'Onda a Classe (RA), a cura di Fondazione RavennAntica. Un patrimonio di archeologia e un'opera di mosaico contemporaneo della lunghezza di 33 metri, di straordinaria fattura. In occasione della inaugurazione del Mosaico dell'Onda, in data 31 ottobre 2015, noi eravamo presenti, e ne abbiamo scritto qui. Sabato 19 e domenica 20 marzo 2016 visite gratuite, in orari diversi, con prenotazione obbligatoria al 0544.478100

"Vernice Art Fair" con Damiano Taurino a Forlì 18-19-20 marzo 2016

Segnalo "Vernice Art Fair "con  Damiano Taurino presso lo stand 22, Galleria Pontevecchio, alla Fiera di Forlì, via Punta di Ferro 2, Forlì (FC) nel prossimo fine settimana: 18-19-20 marzo 2016. Per ulteriori info visita il sito. Gli orari di apertura sono i seguenti: venerdì dalle 16.30 alle 19.30, sabato e domenica dalle 10.00 alle 19.30. Intero 7,00 euro, ridotto 5,00 euro. 

Concerto nella Basilica di San Francesco a Ravenna (RA) domenica 20 marzo 2016

La Cappella Musicale della Basilica di San Francesco, in collaborazione con Capit Ravenna, rende omaggio alla celebrazione forse più importante del calendario liturgico con il tradizionale Concerto per la Passione che si terrà domenica 20 marzo alle ore 18.30, nella Basilica di San Francesco di Ravenna. Nel solco delle ultime iniziative, che hanno registrato un apprezzamento da parte del pubblico, anche per questa edizione è stata curata una speciale scenografia fatta di proiezioni d'arte, musica e brevi contrappunti di meditazione spirituale. Il commento a margine della musica è a cura di padre Egidio Monzani dei Frati Minori Conventuali di Ravenna. Particolare attenzione è stata dedicata alla selezione del repertorio musicale, che spazia dai grandi compositori del barocco: Bach, Haendel, Pergolesi, Albinoni fino agli autori meno noti come Johann Rosenmuller e Jacquet Van Berchem. ”La scelta dei brani da eseguire non è stata semplice” - sottolinea Giuliano Amadei, direttore artistico della Cappella Musicale - ”assieme a padre Egidio abbiamo voluto sottolineare l'attualità della Passione, il mistero del rinnovamento, della vita sopra ogni cosa. A partire dai testi che accompagnano l'evento, abbiamo voluto esplorare i temi dell'etica, del coraggio, del sacrificio estremo per difendere le proprie idee. Coerenti col nostro percorso artistico, che prevede la riscoperta della ricchezza culturale del barocco, ma non solo, abbiamo pensato di proporre un raffinato spettacolo di musica, coreografia e spiritualità. Abbiamo potuto osservare, dopo la recente esperienza con Dante e il Giubileo della misericordia, che questo genere di contaminazioni riescono ad intercettare i gusti delle persone. Vogliamo rendere la buona cultura quanto più orizzontale possibile, senza confinarla ad un ristretto ambito di appassionati ”. La Passione di Cristo, il concerto più rappresentativo della rassegna Musica & Spirito, accanto a quello per la Natività, pone l'accento sul raccoglimento spirituale. Il pubblico, nel rispetto della filosofia del progetto artistico alla base, viene quindi coinvolto in una riflessione che abbraccia l'attualità e la memoria per un' esperienza che unisce la potenza della musica vocale e strumentale alle immagini dei grandi pittori. Un crescendo di emozioni per una Passione davvero speciale. L'ingresso è libero.

venerdì 11 marzo 2016

In bicicletta nei luoghi intitolati alle scrittrici a Ravenna (RA) domenica 13 marzo 2016

Segnalo domenica 13 marzo 2016, dalle 10.00 alle 13.00 una iniziativa della Casa delle Donne: una passeggiata in bicicletta nei luoghi intitolati alle scrittrici nella città di Ravenna (RA). Ritrovo alle ore 10.00 al Giardino Sorelle Mirabal in Via Tolmino (l'ingresso è da Via Montanari oppure da Viale Randi). A seguire: I° tappa: Giardino Anne Frank, II° tappa: Piazza Elsa Morante, III° tappa: Rotonda Bertha Von Suttner, IV° tappa: Rotonda Grazia Deledda, V° tappa: Rotonda Pearl Buck. Ad ogni tappa saranno letti brani significativi delle opere delle scrittrici e sarà raccontata la loro biografia. Rientro previsto alal Casa delle Donne, via Maggiore 122, Ravenna (RA), alle ore 13.00 circa, dove verrà organizzato un momento conviviale.

"Donne d'acqua": visita guidata sabato 12 marzo 2016 a Ravenna (RA)

Le donne di Ravenna portano con occhi assorti e teneri gesti in sé il ricordo dei giorni lontani dell'antica città e dei suoi fasti.” (Hermann Hesse). Se lo scrittore tedesco, nonché premio Nobel per la letteratura, ha collegato i fasti dell'antica Ravenna all'universo femminile della città significa che vi ha trovato qualcosa di veramente speciale. Il percorso di questa settimana con "Strada Facendo" toccherà punti del centro storico legati a personaggi femminili più o meno conosciuti che hanno scritto pezzi di storia in città o che da Ravenna sono partite ed hanno lasciato anche solo un piccolo segno. Costanza Monti, Malvina Cavallazzi, Malvina Vitali, Natalina Vacchi sono alcune delle meno conosciute ma con storie avvincenti. Poi vi sono le più note come la nobile Gabriella Rasponi Bonanzi Spalletti fondatrice del Consiglio Nazionale delle donne italiane nel 1903, battendosi per la parità giuridica delle donne. Anche Marianna Bacinetti, Augusta Rasponi del Sale, Andreana Tavella e diverse altre verranno raccontate da Mauro Marino in questo percorso al femminile. Incontro sabato 12 marzo 2016 ore 15:00 di fronte a Porta Adriana a Ravenna (RA), ovvero tra Via Cavour e Piazza Baracca.Quota di partecipazione euro 5,00 a persona. I bambini sono gratuiti fino a 12 anni. Non sono previsti ingressi a pagamento, Per info e prenotazioni 339 8205555
 

mercoledì 9 marzo 2016

"Di Terra e Di Mare" di Marco Vannini dal 12 al 28 marzo 2016 a Cervia (RA)

Segnalo "Di Terra e Di Mare", mostra fotografica di Marco Vannini sulla città di Cervia, allestita presso la Sala Artemedia, Piazza Garibaldi, Cervia (RA,) da sabato 12 marzo a lunedì 28 marzo 2016. La mostra osserverà gli orari seguenti: da giovedì a domenica dalle 18.00 alle 21.30. Ingresso libero. Per ulteriori info visitate il sito

martedì 8 marzo 2016

"Moments musicaux" al Teatro Comunale di Cervia (RA) dal 13/3 al 15/5/2016

C’è grande fermento per il debutto della stagione musicale ospitata al Teatro Comunale di Cervia (RA), a battesimo domenica 13 marzo con il primo di tre concerti che vedranno protagonisti gli artisti dell’Orchestra Corelli, realtà musicale ravennate ormai nota a livello nazionale per il prestigio e il successo delle numerose produzioni portate in scena.

La Rassegna, intitolata “Moments Musicaux”, è un sapiente mix musicale per tutte le orecchie e per tutte le età, che unisce alla grande piacevolezza dell’ascolto, l’importanza del repertorio presentato. E non a caso, il 13 marzo alle ore 21.00 si apre con una autentica pietra miliare della musica di tutti i tempi: Le Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi, il ciclo più noto e amato del celebre compositore veneziano. I quattro concerti, ciascuno ispirato ad una stagione dell’anno, costituiscono uno dei primissimi esempi di musica descrittiva , e hanno un potere suggestivo tale da poter essere considerati a ragione un classico universale e senza tempo. Ad interpretare Le Stagioni insieme all’Orchestra Corelli sarà il giovane e talentuoso Nicolò Grassi, guidato da Jacopo Rivani, direttore in rapida ascesa, che si è preso una meritata pausa dagli impegni che lo vedono coinvolto in queste settimane al Teatro Sociale di Como. Per il secondo appuntamento della Rassegna, domenica 3 aprile, sono attesi sul palcoscenico gli eclettici musicisti dell’Ensemble YouBrass, quartetto di ottoni formato dalle prime parti dell’Orchestra Corelli e dal suo Direttore Principale, il cui repertorio spazia dalla musica corale della seconda metà del 1500 fino al jazz e al genere ritmico sinfonico della seconda metà del ’900, attraversando il periodo classico e romantico. La formazione vanta una serie di concerti in territorio nazionale ed estero, e si caratterizza per versatilità di repertorio, curiosità per la sperimentazione e uno studio attento dei diversi stili e caratteri musicali delle pagine affrontate. A chiudere il ciclo di concerti, domenica 15 maggio, il raffinato duo musicale Red Roses, formato da Giulia Vasapolloall’arpa e Marta Ghezzi al violino: le due artiste vantano una lunga collaborazione e la partecipazione ad una ricca e prestigiosa serie di eventi culturali ed istituzionali (ultima in ordine di tempo, quella all’Expo Universale di Milano), con un repertorio musicale che spazia dalla tradizione irlandese a quella scozzese e bretone, attraversando epoche che vanno dal Medioevo al Rinascimento fino al folk contemporaneo. I biglietti di ingresso alla rassegna (intero 10 €, ridotto fino a 16 anni 7 €) sono già prenotabili sul sito http://www.lacorelli.it/ 

Coro e Orchestra della Cappella Musicale di San Francesco in concerto a Ravenna (RA) venerdì 11 marzo 2016

La gloria di colui che tutto move per l'universo penetra. La rassegna dedicata a Dante e al Giubileo della misericordia arriva in Paradiso: dopo aver esplorato l'Inferno e il Purgatorio, il viaggio ideale si sposta nelle cerchie alte. Il Coro e l'Orchestra della Cappella Musicale della Basilica di San Francesco, diretti da Giuliano Amadei, eseguiranno venerdì 11 marzo 2016 alle 20.30 nella Basilica di San Francesco a Ravenna (RA) la musica originale composta per l'occasione da Koro Izutegui.

Proprio il Coro sarà l'elemento fondamentale di quest'ultimo appuntamento che rafforzerà il rapporto dedicato alla riflessione tra misticismo e attualità. L'itinerario del poeta giunge al termine, al culmine del processo di redenzione, iniziato con lo smarrimento nella selva oscura e l'attraversamento del Purgatorio. La formula della manifestazione vede il pubblico coinvolto in un'esperienza di sospensione tra le parole di Dante, la musica, il coro e i brevi contrappunti di approfondimento, scelti da Padre Egidio Monzani e interpretati dagli attori Franco Costantini e Chiara Lagani. Nell’ appuntamento di venerdì 11 marzo i temi approfonditi, scanditi dall'esecuzione musicale e cantata, saranno quelli della luce divina, della salita verso la perfezione, della ricerca di grazia e armonia. Le musiche originali della giovane compositrice di origine basca e il coro della basilica intendono valorizzare l'ultima parte del viaggio di Dante, quel Paradiso che da perduto diventa rivelato. «E' stata un'avventura entusiasmante. – sostiene Giuliano Amadei – Creare, assieme ai frati francescani, questa rassegna partendo dall'idea di fare cultura con una delle eccellenze della città è stato stimolante. Le musiche originali composte per l'occasione, il coro e la formula che lascia spazio agli intermezzi recitati, hanno incontrato il favore del pubblico che ha partecipato numeroso.» L'iniziativa si inserisce nella serie di eventi speciali che la diocesi ravennate propone per celebrare il "Giubileo della Misericordia 2016". Ingresso libero. 

"La Romagna dei Libri" a Fusignano (RA) dal 10 al 31 marzo 2016

Al centro culturale “Il Granaio” di Fusignano (RA), in piazza Corelli 16, nel mese di marzo sono in programma tre appuntamenti culturali per la rassegna “La Romagna dei libri”. Il primo sarà giovedì 10 marzo con Giovanni Nadiani, che presenterà il suo ultimo libro Romagna village - Ancora storie da caBARet (Discanti editore), con intrattenimento musicale a cura di Pier Giorgio Oriani. Si continua il 24 marzo con lo studioso di dialetti romagnoli Davide Pioggia, che presenterà il libro di Paul Scheuermeier La Romagna dei contadini 1921 - 1931 (La Mandragora). Terzo e ultimo incontro giovedì 31 marzo con Eraldo Baldini e il suo ultimo libro I riti del nascere in Romagna - gravidanza, parto e battesimo in una cultura popolare (Il Ponte Vecchio); ad accompagnare lo scrittore ci sarà Giuseppe Bellosi. Tutti gli appuntamenti avranno inizio alle 21.00 e sono a ingresso libero; la rassegna è organizzata dalla biblioteca comunale “Carlo Piancastelli”. Per ulteriori informazioni, contattare l’Urp del Comune di Fusignano al numero 0545 955653. 

venerdì 4 marzo 2016

"Il Novecento guarda Piero della Francesca" a Castrocaro Terme (FC) dal 12 marzo 2016

Inaugura sabato 12 marzo 2016 alle ore 17.00, negli spazi del Padiglione delle Feste di Castrocaro Terme (FC) la mostra dal titolo “Il ‘900 guarda Piero della Francesca disegno e colore nell’opera di grandi maestri”. Aperta fino al 17 luglio, la mostra s’inserisce nell’ambito delle collaterali alla grande esposizione su Piero della Francesca a Forlì. Esposti disegni e pitture dei grandi protagonisti della cultura figurativa italiana del XX secolo filtrano l'universo pierfrancescano in un percorso espositivo che indaga colore, luce, spazio e geometria, presentando in un'unica sezione copie, studi, omaggi. Opere di Borra, Carrà, Casorati, Crivelli, De Chirico, De Pisis, Funi, Garbari, Guidi, Morandi, Morelli, Rosai, Savinio, Severini e Sironi. Gli orari di visita sono i seguenti: fino al 26 Giugno Sabato e Domenica dalle 10.00 alle 19.00. Dal 2 al 17 Luglio 2016 Sabato e Domenica dalle 18.00 alle 22.00. Aperto i festivi, dal Lunedì al Venerdì solo su appuntamento.