mercoledì 29 giugno 2016

"Parco Delta del Po" negli scatti dei fotografi ANFI al MUSA di Cervia fino al 23 luglio 2016

Segnalo fino al 23 luglio presso il Museo del Sale di Cervia  la mostra fotografica che ritrae il mondo magico della zona umida del Parco del Delta del Po. Attraverso queste immagini magiche ci si addentra nell’area naturalistica fra ambiente, flora e fauna della area umida del parco. Sono i fotografi dell’ANFI, Associazione Fotografi Naturalisti Italiani a ritrarre questi luoghi affascinanti. Quattordici le immagini in esposizione. L’ANFI, associazione senza scopo di lucro si prodiga per divulgare nuove idee in materia di fotografia naturalistica, con particolare riferimento all’etica del fotografo e al rispetto di quanto è oggetto del suo lavoro di documentazione. Intende documentare e far conoscere caratteristiche degli ambienti naturali e delle specie animali e vegetali che li popolano nel loro più assoluto ed incondizionato rispetto. Vuole inoltre stimolare nei cittadini una crescita culturale nell’ambito delle Scienze naturali e promuovere ogni genere di iniziativa finalizzata alla protezione degli ambienti naturali senza dimenticare di avviare ed indirizzare i giovani alla conoscenza degli ecosistemi, della biologia delle specie viventi e all’uso creativo degli strumenti più idonei per fotografarli. Una bellissima opportunità per conoscere il Parco Regionale del Delta del Po attraverso le immagini  cariche di suggestione scattate dai fotografi  dell' ANFI. La mostra è a cura della Cooperativa Atlantide. Per gli orari di apertura del MUSA di Cervia visitate il sito.  

"Concerti all'alba" a Cervia e Milano Marittima (RA )a luglio e agosto 2016

Anche quest’anno sono confermati i suggestivi appuntamenti con le aurore musicali in riva al mare, organizzati dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Cervia.Il primo concerto all’alba è in programma nel week end della Notte Rosa, sabato 2 luglio, nella spiaggia libera di Milano Marittima, raggiungibile da viale Forlì. Alle ore 6.00 si esibirà il duo Le mal de Paris, formato da Gianluigi Tartaull (voce e chitarra) e Luca Vassura (fisarmonica), che proporranno un repertorio della canzone d’autore francese, nella quale rivive l’incanto della vecchia Parigi, della Rive Gauche e dei suoi protagonisti, dalla Piaf a Brel, da Boris Vian a Leo Ferrè. Domenica 10 luglio sarà la volta del Quartetto di Ottoni YouBrass. Sempre alle ore 6.00, il concerto si svolgerà però in una diversa location, in piazzale Bianchetti, nella porzione di spiaggia libera a ridosso del porto canale lato Milano Marittima. L’Ensemble YouBrass proporrà l’esilarante pièce originale “Un Quartetto, Quattro Unetti - Misticanza musicale per ottoni”, divertente spettacolo che si basa su un sapiente equivoco (i quattro artisti, a causa di un’incomprensione, si presentano in concerto con quattro programmi completamente diversi tra loro) che porta la vicenda verso pieghe inattese, con risvolti di assoluta comicità, promettendo al pubblico un risveglio da leoni, tra musica e risate.  I musicisti dell’Ensemble YouBrass (Jacopo Rivani e Simone Marzocchi alle trombe, Matteo Ricci al trombone e Luca Gatti al corno) sono dei veri eclettici, con un repertorio che spazia dalla musica corale della seconda metà del 1500 fino al jazz e al genere ritmico sinfonico della seconda metà del ’900, attraversando il periodo classico e romantico. L’Ensamble fa parte della Cooperativa LaCorelli di Ravenna.L’ultima aurora musicale organizzata dall’Assessorato alla Cultura, è il tradizionale concerto all’alba del Ferragosto, lunedì 15 agosto, alle ore 6.00 nella spiaggia libera di Milano Marittima, con la performance della Grande Orchestra Città di Cervia che suonerà alcuni brani spaziando nel proprio repertorio. Un'occasione da non perdere! I concerti sono a ingesso libero. (In caso di maltempo gli spettacoli saranno annullati).

martedì 28 giugno 2016

"Notte Rosa" a Cervia (RA) dal 1 al 3 luglio 2016

La torre di guardia e gli storici magazzini del sale si vestono di rosa per accogliere gli ospiti del capodanno dell’estate.  Anche il vialetto degli artisti di Milano Marittima si veste di rosa con un look tutto a tema che include naturalmente anche le esposizioni.Ce n’è per tutti i gusti nel week end dall’1 al 3 luglio con una gran voglia di sorridere e di pink positive. Fascino e magia avvolgono le iniziative in riva al mare che nella notte dall’1 luglio caratterizzeranno tutta la costa cervese da Tagliata a Milano Marittima e  si protrarranno fino al mattino per festeggiare il capodanno estivo sulla spiaggia. I bagni aperti offrono attività fra le più svariate che vanno dalle  cene a lume di candela ai balli romantici, alla movida tipica di questa serata speciale. Spettacolo pirotecnico e musica per Papeete Beach, 4° premio Sport in Rosa al Fantini Club: una serata dedicata allo sport al femminile con premiazioni e musica.  Le attività sulla spiaggia continueranno con il concerto all’alba del 2 luglio alle ore 6.00 sulla spiaggia libera di Milano Marittima. Sarà il duo Gianluigi Tartaull voce e chitarra)  e Luca Vassura (fisarmonica) ad interpretare Le Mal de Paris un omaggio all’incanto della vecchia Parigi e dei suoi protagonisti dalla Piaf a Brel, da Boris Vian a Leo Ferrè. Il 1 luglio propone anche  incontri e attività legati all’arte e alla cultura  fra cui la presentazione del libro di Gianfranco Lauretano "Il Bello che c’è  alla Stella Maris", la mostra di gioielli artigianali RI-GUARDARE di Antonella Chiadini alla sala Artemedia, aperta fino al 15 luglio. A Tagliata  lo spettacolo di Sgabanaza  e a Pinarella  il cabaret di PiazzerosaincentroModulo Fest 2016 propone Devem , artista torinese, musicista e pittore che si esibirà in performance  col suo stile fuori dagli schemi alle 21.30 al Centro Climatico Marino a Milano Marittima. Stesso luogo ore 23.00 per l’esibizione  Stump Valley, progetto che fugge dalla tecnologia con la proposta di qualcosa al di fuori dal tempo, suoni vecchi e originali che ha avuto un successo fulmineo e inaspettato. Ampio spazio anche all’ambiente con le iniziative dedicate  che si svolgono presso Parco Naturale, Casa delle Farfalle &co. e Cerviavventura con aperture prolungate,  visite guidate e iniziative a  tema oltre a Salina in Rosa,  passeggiata alla scoperta del rosa nella salina di Cervia. Il giorno 2 la festa continua. Scende in campo una edizione speciale di Borgomarina Vetrina di Romagna  con proposte gastronomiche della tradizione e mercatino dei sapori e dell’artigianato tipico della Romagna.  Il piazzale dei Salinari  dalle 21.30 si anima con il concerto  dei Moka Club ( in rosa)  l’originale e vivace gruppo che propone disco anni ’70. Al termine del concerto, dalle 23.30  la serata proseguirà con DJ set sulla imbarcazione storica 3 Fratelli e l’area lungo il canale diventerà una discoteca sotto al cielo stellato  con locali aperti e musica. Il giorno 3 al magazzino del sale sulla darsena dalle 21.00 alle 22.00  un evento magico ed originale realizzato da DB Art Back to the Alien Dome aggiunge effetti speciali alla danza. Un cocktail di immagini fotografiche, proiezioni multimediali, musica e danza giunge a una performance di grande emozione. Tratto da “Come spiriti alieni, di un mondo antico” con  fotografie, danza e proiezioni multimediali sul corpo della danzatrice.Continua il Modulo Fest  questa volta al Woodpecker  alle 18  con HDADD. Si tratta di una performance di suoni e video. E’ stata descritta come “Soundscape Funk” ovvero un flusso sonoro libero in cui i nervi del funk coesistono con la psichedelica moderna e l’elettronica. Alle 20 sempre al Woodpecker  è la volta della esibizione di Geir Jenssen musicista norvegese molto apprezzato  nel mondo della musica elettronica ambient. Biosphere, nome d’arte di Jennsen, si esibisce regolarmente  durante i festival di musica elettronica e nei club di tutto il mondo. Per il programma aggiornato e dettagliato vi rimando al sito.

lunedì 27 giugno 2016

"Vibrazioni di Silenzio" di Mokichi Otsuka alla niArt Gallery di Ravenna (RA) dal 26/6 al 2/7/2016

L'Associazione Culturale niArt Gallery, via Anastagi 4a/6, Ravenna (RA)ha organizzato un evento, ovvero la mostra “Vibrazioni del Silenzio”, per omaggiare l’artista giapponese, MOKICHI OTSUKA dedicato alla presentazione in anteprima, di alcune sue opere recenti realizzate a Faenza presso lo studio del ceramista Gino Geminiani. La mostra, a cura di Felice Nittolo, sarà l’occasione per incontrare lo scultore e avvicinarsi alla sua opera che affronta il tema della figura e che trova origine nel confronto tra tradizione orientale e tradizione occidentale. Il suo lavoro si può considerare un incontro tra l'arte del mosaico e quella della ceramica: egli riesce a sintetizzare le due tecniche mediante una visione che unisce non solo oriente ed occidente ma anche la tradizione di Ravenna e Faenza. Mokichi si laurea in pittura e Master in Belle Arti all’Università di Tokyo (1979-1981), nel 1996 consegue il Diploma di Perfezionamento “Arte del Grès e della Porcellana” all’Istituto d’Arte G. Ballardini di Faenza. Sue opere sono presenti nei musei: The Victoria and Albert Museum, Londra – The National Museum of Modern Art, Tokyo – Takamatsu City Museum of Art – The Museumof Ceramic Art, Hyogo – The Foundationt Sigaraki Ceramic Cultural Park – Fondazione Tito Balestra Onlus, Longiano. Venerdì 1 luglio alle ore 20,00 la mostra si arricchirà di alcuni brani musicali dal vivo a cura di Ensemble Mosaici Sonori di Ravenna. La cittadinanza è invitata L’esposizione sarà visitabile fino a sabato 2 luglio 2016 con i seguenti orari: martedì, mercoledì e sabato dalle 11 alle 12.30; giovedì, venerdì e sabato dalle 17 alle 19; fuori orario su appuntamento chiamando il 338 2791174

"Festa dei Musei" anno zero a Cervia (RA) 2 e 3 luglio 2016

Il museo del sale di Cervia partecipa alla  edizione numero 0 della "Festa dei Musei", iniziativa nata dalla Direzione generale MUSEI  e dedicata al tema "Musei e Paesaggi Culturali". SI tratta di un grande evento nazionale alla cui realizzazione concorreranno non solo i principali musei statali, ma anche tutte le realtà pubbliche e private che desidereranno aderire. Il tema al centro di questa inedita due giorni è quello del rapporto tra Musei e Paesaggi culturali, argomento individuato da ICOM per il congresso internazionale  che si terrà a Milano dal  3 al  9 luglio. Le tipologie degli eventi vengono distinte  a seconda del  target e in giornate e fasce orarie dedicate  alle quali corrisponde un argomento . Musa ha scelto di partecipare alla sezione  Lo Spettacolo della cultura per sabato 2 luglio, in  fascia serale e per domenica 3 luglio  alla sezione  Il Patrimonio per Tutti mettendo  in campo un paio di iniziative dedicate. Il patrimonio per tutti, una tematica scelta per dare maggiore risalto a quei valori promossi dalla Comunità Europea tramite la Convenzione di Faro, che tra le sue definizioni cardine, prevede concetti come quelli di “eredità culturale” e “comunità di eredità” che pongono l’attenzione sul valori anche immateriali del nostro Patrimonio sulla loro  valorizzazione. Sabato 2 luglio  per Lo Spettacolo della cultura  alle ore 21.00 MUSA offre ai suoi ospiti una visita guidata gratuita al museo condotta nella antica lingua della terra di Romagna. Si va  alla ricerca della identità dei luoghi, della storia dei paesaggi culturali della città del sale, dello sviluppo delle terre, delle acque e dei mestieri, della civiltà del sale e della salina millenaria. Un viaggio nel tempo, fra le storiche mura degli antichi dei magazzini del sale, fra immagini, documenti, attrezzi, e fra passato, presente e futuro della civiltà salinara cervese. Si passa dalle origini della città al suo sviluppo turistico soffermandosi sulla produzione del sale, il prezioso “oro bianco” che ha scatenato contese e guerre volte al controllo sulla produzione e commercio di questo importante elemento che è stato indispensabile per la conservazione dei cibi fino all’avvento dei moderni frigoriferi. Ad accogliere gli ospiti e a condurre la visita sarà un salinaro. Domenica 3 luglio per Il Patrimonio per Tutti  MUSA propone una visita guidata gratuita alla salina Camillone. La Salina Camillone  è sezione all’aperto di MUSA,  museo del sale di Cervia. Qui i salinari volontari del Gruppo Culturale Civiltà Salinara producono ancora il sale con il metodo antico – detto alla cervese- utilizzato fino al 1959,  anno in cui la salina ha cambiato struttura ed è passata ad un tipo di produzione più moderna e meccanizzata. Nella salina artigianale si respira ancora la magia della attività manuale con movimentazione e lavorazione del sale con gli antichi attrezzi in legno oggi esposti anche al museo. Il sale “ dolce” cervese viene raccolto durante il periodo estivo ogni giorno alternando i bacini. La visita guidata offre l’opportunità di immergersi completamente nella magia dell’ambiente e di comprendere il duro lavoro dei salinari. E’ una opportunità  unica anche per “leggere” i tratti caratteristici di un ambiente unico e comprendere il  rapporto delle persone con le acque che hanno avuto ed hanno ancora oggi un ruolo fondamentale nella vita e nella economia locale. Appuntamento al centro visite Saline in via Bova 61 alle ore 16.30. Un salinaro accompagnerà il gruppo alla salina Camillone
Gli eventi  della Festa dei Musei di tutta Italia sono promossi dal MIBAC e fruibili qui

"Antico Porto di Classe al chiaro di luna" martedì 28 giugno 2016 a Classe (RA)

Segnalo martedì 28 giugno, alle ore 21.30, nell’ambito della rassegna estiva "L’Antico Porto al chiaro di Luna", il Festival Internazionale del Cinema Archeologico di Ravenna propone: Civiltà Sommerse. Tauchgang in die vergangenheit - Pavlopetri - Pavlopetri. un tuffo nel passato.Regia: Paul Olding. Durata: 50’ Porto fiorente che dominava il Mediterraneo, almeno 2 millenni or sono Pavlopetri fu misteriosamente sommersa dalle acque e scoperta intatta nel 1967. Le Mystère atlit Yam. 10.000 ans sous les mers. Il mistero atlit Yam. 10.000 anni sotto i mari. Regia: Jean Bergeron - Durata: 52’ Ritornato alla luce al largo delle coste israeliane, Atlit Yam è il sito neolitico preceramico più grande e meglio conservato mai scoperto lungo le coste del Mediterraneo. Ingresso gratuito, comprensivo di proiezione e drink. Si consiglia la prenotazione al   0544.478100. In caso di maltempo il Cinema Archeologico si terrà presso il Museo TAMO, via Rondinelli, 2, Ravenna (RA). Si consiglia di verificare eventuali variazioni sul sito oppure telefonando allo 0544.478100 

sabato 25 giugno 2016

In visita a Salina Camillone a Cervia (RA)

Ci siete mai stati? La Salina di Cervia (RA) è la più a nord d’Italia e si estende per 827 ettari, in un parco naturale, ovvero il Parco delta del Po, di cui costituisce la porta d'ingresso più a sud. In quanto riserva naturale, è rinomata zona di nidificazione e transito per molte specie di volatili .

In passato l'abbiamo visitata in barca elettrica, e ne abbiamo scritto qui; domenica scorsa abbiamo invece visitato Salina Camillone, unico esempio rimasto di salina a produzione totalmente artigianale, senza utilizzo di macchinari industriali. Qualora desideriate effettuare la visita, l'appuntamento è alle 16.30 di fronte al Centro Visite Saline di Cervia, via Bova 61, Cervia (RA) ogni giovedì e/o domenica, senza bisogno di prenotazione. Ad accompagnarci alcuni giovani volontari afferenti al Gruppo Culturale Civiltà Salinara, il medesimo che gestisce il MUSA, Museo del Sale che si trova in via Nazario Sauro 1, Cervia (RA).
Il sale di Cervia è presidio Slow Food; non essendo essicato artificialmente, mantiene la sua naturale umidità, garantendo la presenza di tutti gli oligoelementi dell'acqua di mare, come iodio, rame, ferro, magnesio e potassio. Usare sale con parsimonia in cucina è raccomandazione condivisa dai nutrizionisti. Il sale dolce di Cervia soddisfa questa condizione: è disponibile in commercio anche nelle varianti aromatizzate (alla salicornia, al profumo di mare, al profumo di oriente, alle alghe, alle erbe aromatiche).
Il cielo domenica era un po' coperto, ma dopo circa dieci minuti di cammino siamo arrivati a Salina Camillone, dove ad attenderci c'era Davide, un salinaro anziano, pronto a trasmetterci tutta la sua esperienza. Per prima cosa diciamo subito che il gruppo di volontari è costituito da circa 400 persone, di cui effettivamente al lavoro in salina circa 50, perlopiù figli di ex-salinari. Dal 1959 infatti la produzione si è fatta solo industriale, e Salina Camillone rimane come museo a cielo aperto per preservare una antica tradizione e mostrarla alle generazioni a venire. 
La produzione avviene, oggi come allora, con  gli attrezzi in legno e le antiche procedure.Gli attrezzi sono quelli che potete vedere nelle foto allegate. La raccolta avviene da giugno a settembre, due volte alla settimana. se le condizioni meteo sono ottimali. I sacchi di sale, una volta effettuata la raccolta, un tempo venivano caricati in spalla e portati alle burchielle, pesanti chiatte a forma di barca, di origine veneziana, atte al trasporto del sale dalla salina ai magazzini del sale, lungo i canali di alimentazione della salina. 
Da alcuni anni si celebra a Cervia la "Rimessa del Sale", rievocazione storica dell'antica cerimonia di trasferimento dell'oro bianco, dalle saline ai magazzini, solitamente a metà settembre. Si tratta di una bellissima festa, che vi consiglio di cuore. (photo credit: Marina Anna Previati)
Attualmente Salina Camillone occupa una piccola area, con una superficie evaporante di mq. 21.181 ed una superficie salante di mq. 2.650; tuttavia produce da 500 a 2000 quintali di sale di qualità elevatissima. Vi consiglio di farci un salto.

"Ravenna Festival": sublime lo spettacolo "Daemones" per "Giovani Artisti per Dante", Ravenna (RA)

Conoscete il progetto "Giovani Artisti per Dante", nell'ambito della manifestazione Ravenna FestivalQuest’anno il percorso del festival si intreccia a una speciale rassegna, tutta dedicata a Dante Alighieri nel cuore della “zona del silenzio”: negli Antichi Chiostri Francescani, adiacenti la Tomba del Sommo Poeta, emblema di Ravenna “città dantesca” si rinnova ogni giorno alle ore 11.00 l’appuntamento con la creatività di una nuova generazione di artisti, con i progetti selezionati attraverso il bando internazionale “Giovani artisti per Dante” o direttamente commissionati da Ravenna Festival.

L'ultimo spettacolo al quale abbiamo avuto modo di presenziare è stato "Daemones" della Compagnia Raffaele Irace. Volete un giudizio succinto? Sublime, direi che è la parola adeguata a descrivere lo spettacolo che abbiamo potuto godere al prezzo simbolico di 1,00 euro a persona. Questa è una delle altre belle novità di quest'anno: il festival è accessibile a tutti, perlomeno le porzioni "Giovani Artisti per Dante" e "Vespri in San Vitale".

Per "Daemones" ideazione e regia di Angelica Aurora Montanari, coreografie di Raffele Irace, direzione musicale di Diego Occhiali, alle percussioni Diego Occhiali e Tommy Ruggero, abientazioni sonore di Lorenzo Mantovani.

Lo spettacolo "Daemones" è stato realizzato con il patrocinio dei beni Culturali dell'Università di Bologna e Teatrino dell'Es. Sul canale INSTAGRAM abbiamo caricato un video che offre uno spaccato della performance. E poi godetevi le nostre foto; a volte valgono più di mille parole. Non mancate al prossimo appuntamento: dal 24 al 30 giugno ogni giorno alle ore 11.00 in scena "Dante muore" presso gli Antichi Chiostri Francescani, via Dante Alighieri 4/6, Ravenna (RA)     

martedì 21 giugno 2016

"For Mandela": uno splendido concerto jazz di "Ravenna Festival" al Teatro Rasi di Ravenna (RA)

Un magnifico concerto jazz ieri sera al Teatro Rasi di Ravenna, un omaggio in musica a Nelson Mandela, personaggio al quale è dedicata la edizione 2016 di Ravenna Festival. Lo spettacolo "For Mandela" era in programma alla Rocca Brancaleone, ma nella mattinata di ieri, gli organizzatori hanno comunicato che, causa maltempo, si sarebbe tenuto al Teatro Rasi.
E' stata per noi una splendida opportunità per ammirare il palco del teatro e ripensare, ancora una volta, alle motivazioni che ci hanno spinto a fare di Ravenna la città in cui abbiamo deciso di vivere, ormai da più di venti anni. Forse non tutti sanno che le origini del Teatro Rasi risalgono alla chiesa monastica di Santa Chiara, costruita nel 1250 e trasformata in cavallerizza durante il periodo napoleonico. L’edificio è stato convertito in sala teatrale nel 1874, inaugurato nel 1892 e nel 1919 intitolato a Luigi Rasi. Di Santa Chiara rimangono la facciata, oggi ingresso del teatro, e l'abside, incastonato nell'area scenica. Dal 1991 il Rasi è sede di Ravenna Teatro, “Teatro Stabile di Innovazione” fondato dal Teatro delle Albe e dalla Compagnia Drammatico Vegetale. Ravenna Teatro si è impegnato in due interventi di ristrutturazione, nel 2000 e nel 2007. La gestione del Rasi è regolata da una convenzione tra Ravenna Teatro e il Comune di Ravenna. Presso la Sala del Refettorio del Museo Nazionale, via San Vitale 1, Ravenna (RA) è possibile ammirare gli affreschi trecenteschi provenienti da Santa Chiara, strappati e/o staccati dalla zona palco dell'attuale teatro nel lontano 1950. 
Nel 1956, dopo che gli affreschi furono collocati su tele di cotonina e canapa e ancorati su telai di legno, vennero esposti per la prima volta nella Sala del Refettorio del Museo Nazionale di Ravenna, dove ancora oggi si trovano. Nel corso degli anni fu deciso di trasferire altre porzioni degli affreschi, essendo il livello di umidità cresciuto ancora, causando danni irreversibili. Grazie a cospicui stanziamenti del Ministero delle Attività Culturali, gli affreschi si possono oggi ammirare in tutta la loro bellezza, così come noi abbiamo fatto nel corso delle Invasioni Digitali 2015
Ma veniamo al concerto, che ci ha semplicemente stregato. Un concerto di quelli da ricordare, con soronità "classiche", ma anche assoli ed improvvisazioni di tutto rispetto. Una contaminazione di stili, un incontro tra jazz inglese e jazz sudafricano, e/o del sud del mondo in genere. 
In scena la MinAfric Orchestra, diretta da Pino Minafra col figlio Livio. Una grande sintonia tra loro, che si è consolidata grazie al rapporto con il batterista Louis Moholo-Moholo (uno tra i più significativi artisti sudafricani, membro fondatore dei leggendari Blue Notes) e che ha portato al progetto “For Mandela”, concepito nel 2014 per il pugliese Talos Festival diretto dallo stesso Minafra. Un progetto nel quale MinAfric e Keith e Julie Tippett, dagli anni Sessanta figure emblematiche della nuova scena inglese, si sono raccolti appunto intorno a Moholo interpretando pagine dei “Blue Notes”, di Keith Tippett e dello stessa Minafra (“Canto General”, dedicata a Pablo Neruda), all’insegna dell’epicità e dalla passione civile. Per il profilo INSTAGRAM ho realizzato un breve video, che mi auguro possa essere di vostro gradimento. Bello raccontare Ravenna; ancora di più attraverso manifestazioni quali "Ravenna Festival", che tanto apprezzamento raccolgono a livello internazionale, e tanto prestigio portano alla nostra splendida città.

"Festival delle Arti" a Cervia (RA) dal 24 al 26 giugno 2016

Segnalo il "Festival delle Arti" a Cervia (RA) dal 24 al 26 giugno 2016.Una “tre giorni” dedicata all’arte sul Porto Canale di Cervia con 60 artisti convocati. Il festival si terrà come da consuetudine, nell'ultimo fine settimana di giugno, nei giorni 24-25-26 giugno, dalle ore 21 alle 23.30. Il tema al quale si ispira il festival quest’anno è: "Schengen ostaggio delle politiche internazionali". Questo il filo conduttore per gli artisti che creeranno durante le tre serate e le cui opere saranno oggetto di una mostra, con una tematica omogenea quindi, nei Magazzini del sale di Cervia, ad ottobre. Organizzato dall’Associazione Culturale “Il Cerbero”, in collaborazione con il Comune di Cervia, la manifestazione crea nel piazzale dei Salinari una magica atmosfera resa fiabesca dalla cornice e dall’attività artistica dei creativi al lavoro. Una location suggestiva che per l’occasione viene letteralmente invasa dalla bellezza dell’arte e dei mestieri trasformandosi in uno spazio denso di espressione, occupato in ogni angolo da pittori, scultori, mosaicisti, ma anche cinema, teatro, musica e letture. Grazie alla semplicità della formula che vede gli artisti creare “in diretta”, all’entusiasmo di chi assiste, alla complicità dei primi caldi estivi, la “tre giorni” dedicata alle arti visive in strada è diventata, per turisti e residenti, una delle feste popolari più attese. Inoltre sul palcoscenico del Festival delle arti salgono ogni sera musicisti, contastorie e personaggi noti. Gli artisti lavorano a terra o sul cavalletto, come in un grande atelier a cielo aperto, mentre i bambini sperimentano, nelle “officine” a loro dedicate. Per i più piccoli infatti sono allestiti dei laboratori che vantano la presenza degli artisti coinvolti: si impara la pittura con Luciano Medri, Giampiero Maldini e Claudio Irmi, e le tecniche dell’incisione attraverso la realizzazione di multipli d’autore con Fabrizio Paolucci. Vesto i miei giochi è invece il corso di cucito per realizzare vestiti e travestimenti, con Beatrice Montanari. S’impara a fare la piadina romagnola con Cinzia Montanari e a costruire uno Scaccia pensieri con conchiglie, legni, materiali tipici delle nostre spiagge, grazie a Daniela Bertozzi. Si manipola la creta con Nives Guazzarini e si impara l’arte del mosaico con Paola Maltoni.L’iniziativa è realizzata grazie al contributo del comune di Cervia, Club del sole Idroesxperet, Ifa, Nadep. Gli artisti presenti al "Festival delle Arti" saranno 60: Alboni Paola, Ancarani Paolo, Anselmi Marina, Baldini Massimo, Balducci Irene, Belletti Marcella, Baroncioni Serena, Caprili Davide, Cardinale Silvana, Casabianca Barbara, Ceredi Luisella, Conte Antonio, Chiadini Vanni, Dallara Roberta, Di Bartolomeo Massimo, Di Bartolomeo Letizia, Di Pasquantonio Emilio, Fabbri Angelica, Fabbri Annalisa, Fabbri Elena, Fabbri Elisa, Ferri Fausto, Gamberini Laura,  Gardella Mavis, Germinario Isabellangela, Giordani Jonathan, Guazzarini Nives, Irmi Claudio, Lombardi Gabriele, Lontani Ivonne, Magri Mauro, Maldini Giampiero, Marchetti Massimo, Maresi Altea, Margotti Mascia, Marinoni Claudia, Medri Luciano, Mescolini Simone, Montanari Cinzia, Morsiani Lietta, Pasini Michela, Pavolucci Fabrizio, Pirri Greta, Placci Paolo, Polidori Dina, Prada Castillo Gregorio, Rampi Eufemia, Ravaioli Fabia, Riviezzo Elvira, Rondinini Laura, Sansoni Sergio, Scaranaro Andrea, Spada Antonella, Spada Franca, Spazzoli Barbara,Tassinari Paola, Tosi Yuri, Valdinocci Dea.

sabato 18 giugno 2016

"Arena del Sole": torna il cinema all'aperto a Lido di Classe (RA) dal 17 giugno al 3 luglio 2016

Vi segnalo la programmazione per il cinema all'aperto nell'Arena del Sole, via Maringoli 26, Lido di Classe (RA) dal 17 giugno al 3 luglio 2016. Per i dettagli visita il sito. Consigliato il repellente per insetti durante le proiezioni.

"Labirinto Dedalo" a Savio (RA) dal 20 giugno 2016

Torna il "Labirinto Dedalo", uno dei labirinti di mais  più grande d'Europa. Immerso nella natura e nella campagna del Parco del Delta Po, in via Argine Destro 17, Savio (RA presenta alcune novità rispetto alla edizione precedente.Prima fra tutte il piccolo /teatro commedia, con lo spettacolo "Perseo due punto zero: racconto epico di una storia contemporanea", dell'attore Marco Mazzarini, tutte le sere (escluso il lunedì e il giovedì) presso l'arena di balle di paglia. Uno spettacolo ricco di ironia per grandi e piccini (costo spettacolo incluso nell'ingresso). Proseguono le cene all'aperto e le degustazioni sotto le stelle presso le nostre aree attrezzate, e ancora le grigliate all'aperto con la disponibilità di barbecue. Dedalo è anche "labirinto sotto le stelle": al chiaro di luna, riuscirai a trovare la via di uscita? E ancora le scuderie con cavalli ed asini, l'orto con i suoi ortaggi e le erbe aromatiche, il miele di produzione. Speciale Centri Estivi: tutte le mattine (su prenotazione) Labirinto Dedalo apre le sue porte ai più piccoli con la possibilità di vivere tutto questo, a due passi dalla tua spiaggia. Per info visita il sito oppure contatta il 3455854746. Perditi nella natura, segui il tuo sentiero e trova la via di uscita dal labirinto.  

Workshop di Land Art alla Arena delle Balle di Paglia, Cotignola (RA) 1 e 2 luglio 2016

Sta per nascere il nuovo mondo magico di "Arena delle Balle di Paglia" di Cotignola (RA). Come lo scorso anno, anche questa volta l'associazione Primola Cotignola ha scelto di organizzare un workshop in cui potersi cimentare nella realizzazione della nuova land art per l'Arena. A dirigere il workshop sarà l'artista argentino Oscar Dominguez. I partecipanti progetteranno e realizzeranno fiori, foglie, piante immaginarie utilizzando rami, canne, legni e diversi materiali vegetali intrecciati.Il programma è il seguente: Sabato 2 Luglio alle ore 9.00 - Inizio workshop a "La Morada casa studio" (via Stecchetti 51, Faenza RA), con la presentazione del progetto, ore 10.00 - Passeggiata lungo l'argine fiume Senio fino all'Arena delle Balle di Paglia, per individuare i possibili luoghi dove installare le sculture da realizzare. Inizio progettazione, alle ore 12.30 - Pranzo al sacco, alle ore 18.00 - Fine giornata. Domenica 3 Luglio alle ore 09.00 - Ritrovo all'Arena delle Balle di Paglia e continuazione dei lavori, alle 12.30 - Pranzo al sacco, alle ore 18.00 - Fine giornata. Le iscrizioni scadono il 30 giugno 2016 per motivi organizzativi. Il workshop si attiverà con un minimo di 8 iscritti e potrà accogliere al massimo 16 partecipanti. Per partecipare è necessario fare la tessera di Primola Cotignola (quota d'iscrizione annuale € 15). I materiali sono inclusi nella quota di partecipazione; è necessario portare guanti e occhiali protettivi. Le opere realizzate prenderanno poi dimora lungo il Senio durante la manifestazione "Nell'Arena delle Balle di Paglia" in programma dal 14 al 19 luglio 2016. I costi di partecipazione al workshop di land art sono i seguenti: workshop completo (2 giorni) 70 euro oppure workshop 1 giorno 40,00 euro. Per info e iscrizioni inviare una mail con i propri dati a lamoradafaenza@gmail.com Per info sulla manifestazione godetevi il mio post della edizione 2014

giovedì 16 giugno 2016

"Festival della Romagna" a Cervia (RA) dal 17 giugno 2016

Inaugura venerdì 17 giugno alle 20.00 la quarta edizione del "Festival della Romagna" a Cervia (RA). Alle 20.15 cerimonia di inaugurazione con la mostra antologica di Tonino Guerra nei Magazzini del Sale. “La Bellezza è già una preghiera” a cura dell’Associazione culturale Tonino Guerra. Inaugurano anche le mostre “Il soffio del tempo. Il Museo Mambrini tra arte e storia”. A cura della sezione design del Liceo Artistico e Musicale di Forlì. “I diritti dei bambini” frasi di Gianfranco Zavalloni a cura della stamperia Pascucci 1826. “Da Antica città del sale e borgo di pescatori a moderna città turistica” a cura di Renato Lombardi in  collaborazione con associazioni culturali di valorizzazione territoriale.

Alle 20.30 incontro “La Poesia e la Romagna” nell’area della Torre San Michele sono previsti i saluti dell’Amministrazione comunale di Cervia, di Daniele Baronio Coordinatore Generale Festival della Romagna e gli interventi di  Carla Fabbri presidente dell’Associazione culturale Friedrich Schurr, Carlo Sancisi presidente dell’Associazione culturale Tonino Guerra, Eleonora Kreindlina in Guerra, vedova di Tonino Guerra e vice presidente dell’Associazione culturale Tonino Guerra, Valter Bielli presidente della Fondazione Luciano Lama. Letture di poesie di Tolmino Baldassarri a cura di Sauro Mambelli. Coordina l’incontro Gualtiero De Santi,  Professore Ordinario di Letterature Comparate Università degli Studi di Urbino e Critico. Premio Festival della Romagna 2016. Sezione valorizzazione del territorio a Renato Lombardi con intervista di Pietro Caruso e lettura motivazioni. Renato Lombardi, ricercatore e storico, si è occupato nel corso della sua vita professionale, dal 1973 al 1978 di attività culturali e scolastiche e dal 1978 al 2005 è stato dirigente del Settore Interventi Economici del Comune di Cervia. In questa veste si è occupato anche di attività turistiche e saline. Attualmente è in pensione. È laureato in Scienze Politiche (Università di Bologna) ed ha conseguito il diploma universitario triennale alla Scuola Superiore di Giornalismo dell'Università di Urbino. E’ autore di svariati libri di cultura, storia locale e valorizzazione del territorio di Cervia- Milano Marittima.  Alle 21.30 concerto musicale a cura del Liceo Artistico e Musicale di Forlì. Introduce l’evento nei Magazzini del Sale la prof. Alessandra Righini, vice preside del Liceo Artistico e Musicale. Le performance musicali degli studenti e dei maestri musicisti proseguiranno poi all’aperto nell’area antistante la Torre San Michele.

Visite guidate alla Salina Camillone a Cervia (RA) da giovedì 16 giugno 2016

Riprenderanno da giovedì 16 giugno 2016 gli appuntamenti con le visite guidate gratuite alla Salina Camillone a Cervia (RA). Durante l’iniziativa  i salinari spiegano il procedimento della produzione del sale. Ultima rimasta delle 150 saline a conduzione familiare, esistenti prima della trasformazione del  1959 la salina Camillone è attualmente sezione all’aperto di MUSA, museo del sale di Cervia. E’ mantenuta attiva  dal gruppo culturale Civiltà Salinara  che la coltiva producendo ogni anno quintali di sale “dolce”. Il gruppo culturale offre le visite guidate gratuite il giovedì e la domenica alle ore 17.00.  Gli appuntamenti, sempre molto affollati, propongono il lavoro dei salinari dal vivo. Si  comprendono quindi le varie fasi della produzione seguendo i salinari al lavoro e le spiegazioni della guida. Si tratta di un momento magico che ci riporta indietro nel tempo, al momento in cui il grande specchio d’acqua era formato da tante piccole saline affidate ognuna ad una famiglia che la lavorava con sapienza e particolare cura per produrre in grande quantità un sale  pregiato la cui qualità insieme alla quantità sarebbe stata premiata nel momento della chiusura della produzione. E se ha la magia della antica leggenda ed il sapore della storia antica,  il processo di produzione del sale affascina ancora oggi i turisti che si avvicinano alle saline ed apprendono che il sole, il vento uniti a sapienza, costanza e forza dell’uomo possono dare vita a questo prezioso e “ gustoso” elemento sempre presente sulle nostre  tavole. L’appuntamento per le visite guidate è al parcheggio del Centro visite Salina in via Bova 61, Cervia (RA) alle 16.30 da  dove un salinaro accompagnerà gli interessati alla salina Camillone. Si raccomanda la massima puntualità.

Le visite all'Antico Porto di Classe (RA) proseguono con successo

Il meteo ballerino di ieri mercoledì 15 giugno 2016, non ha spaventato né fermato i partecipanti all’iniziativa di visite guidate all'Antico Porto di Classe (RA). La serata con gli sponsor e i mecenati di RavennAntica si è tenuta presso l’Antico Porto di Classe come previsto, ed è stata un successo. 

Le aziende sostenitrici coinvolte, Sapir, Gruppo Hera, CMC Muratori e Cementisti Ravenna, Autorità Portuale di Ravenna, T&C Traghetti e Crociere S.r.l., Camera di Commercio Ravenna, Bunge, Domus Nova, Banca Popolare di Ravenna, BCC Credito Cooperativo Ravennate e Imolese, Coop Alleanza 3.0 e Assicop Romagna Futura hanno ricevuto da RavennAntica un carnet di ingressi omaggio che hanno consegnato ai propri ospiti e amici. 

Ottimo il riscontro ottenuto, con oltre 500 persone che hanno partecipato alle visite guidate condotte dal personale di RavennAntica alla scoperta del sito archeologico dell’Antico Porto, susseguitesi ininterrottamente dalle ore 18 alle ore 21. Se desiderate anche voi visitare questo importante sito archeologico, per info e prenotazioni visitate il sito


"Tesoro": lo spettacolo in onda su RAI5 sabato 18 giugno da Cervia (RA)

Sabato 18 giugno 2016 alle ore 21.154 sulla rete RAI dedicata alla cultura, torna alla ribalta lo spettacolo "Tesoro", girato a Cervia (RA) nel 2007. Un momento magico La magia dello spettacolo e la magia dei luoghi che si fondono  in un cocktail altamente suggestivo. Lo spettacolo si è svolto nel piazzale della Chiesa di Sant’Antonio  portando alla visione a 360 dell’area storica e identitaria della città sul porto canale di Cervia-Milano Marittima, in uno  scenario rappresentato dalla darsena, dai nuovi e vecchi Magazzeni del Sale e dalla Torre San Michele. La realizzazione di "Tesoro" è stata una occasione importante per mostrare una parte molto bella della città storica, che simboleggia il legame di Cervia  con l’acqua.

Per la regia di Marcello Chiarenza e Alessandro Serena,  la performance ha affascinato un folto pubblico che ha partecipato entusiasta alle riprese. La troupe acrobatica che  si è esibita nei  più prestigiosi festival di teatro e circo di tutto il mondo ha lasciato gli spettatori senza fiato durante le acrobazie importanti e fantasiose del gruppo. Nato dalla collaborazione tra Radiotelevisione Italiana e la città di Cervia lo spettacolo di circo teatro acrobatico “Tesoro”, della compagnia Pantakin e Circo e Dintorni è stato realizzato a Cervia nell’agosto del 2007 in collaborazione con Accademia Perduta/Romagna Teatri e Teatro Comunale di Cervia. Protagonisti di questo viaggio che affronta i temi del mare, dell'isola deserta, del sogno e della sopravvivenza, una troupe di sette acrobati della Scuola Nazionale di Circo di Cuba (sei uomini e una donna), in scena con Emanuele Pasqualini (il clown di Creature) e la cantante e attrice Claudia Facchini. Gli acrobati cubani, dotati di una ancestrale visceralità ma anche di una tecnica raffinata, eredità del legame con la Scuola di Circo di Mosca, si sono esibiti  in discipline quali la pertica, la stanga russa, l'altalena, la banchina, arrivando a compiere evoluzioni di altissima spettacolarità. Le musiche composte dal maestro Cialdo Capelli prendono spunto dai ritmi caraibici allontanandosi da facili stereotipi e trovano la loro originalità fondendosi con la melodia italiana. Rai cercava una location  magica e suggestiva per la realizzazione di questo spettacolo e l’ha trovata a Cervia  nel cuore storico della identità cervese. Lo spettacolo andrà in onda sabato 18 giugno alle ore 21.15 su RAI 5

mercoledì 15 giugno 2016

Concerto della Cappella Musicale in San Francesco a Ravenna (RA) domenica 19 giugno 2016

La Cappella Musicale in collaborazione con Capit Ravenna presenta il concerto inserito all'interno della rassegna “Musica&Spirito” domenica 19 giugno alle ore 18.30 nella Basilica di San Francesco di Ravenna. Un appuntamento pensato all’insegna della riflessione che porta alla serena riflessione. Verranno eseguiti brani di Bach, Vivaldi, Haendel e il meno conosciuto Pachelbel. Il concerto, strumentale e per voce solista, è a cura dall'orchestra della Cappella Musicale diretta da Giuliano Amadei: il soprano è la ravennate Annarita Venieri. Venieri ha perfezionato le tecniche vocali della musica antica, specializzandosi nell’interpretazione di repertori per soprano leggero di coloritura. “Volevamo che questo concerto si distinguesse soprattutto per eleganza. ” - dichiara il Direttore della Cappella Musicale, Giuliano Amadei - “Abbiamo scommesso sull’orchestra e sulle qualità vocali di Annarita. Il pubblico potrà apprezzare dei classici del repertorio barocco e approfondire la conoscenza di un compositore raffinato come Pachelbel, scoprendone la delicata potenza. Questo grande musicista tedesco ha esplorato territori arditi contribuendo in maniera significativa allo sviluppo della fuga e del preludio corale. Non a caso abbiamo deciso di proporre il suo Canone in re maggiore per archi e basso continuo. Approfondire questi grandi nomi della musica antica è un’occasione non solo per fare cultura, ma anche per far conoscere alle persone l’infinita gamma di sfumature di un periodo storico inimitabile. Il concerto di domenica, che abbiamo legato al tema della serenità interiore che porta a riconciliarsi con lo spirito, è forse uno degli appuntamenti che più di tutti gli altri rispecchia lo spirito della rassegna. Ingresso libero.

martedì 14 giugno 2016

Installazione di Laura Rambelli in Piallassa Baiona (RA) dal 4 al 30 giugno 2016

Siete mai stati in Piallassa Baiona a Ravenna? Un luogo magico, in costante mutazione, dove la natura regala emozioni. In questo contesto, l'artista Laura Rambelli propone sculture e una installazione a cielo aperto. Per i dettagli relativi alle visite a pagamento vi rimando al sito. Sarà possibile anche effettuare un gita in barca elettrica, con partenza da via degli Oleandri 1, Marina Romea (RA). Assolutamente consigliato, per conoscere un angolo del Parco del Delta del Po poco frequentato dai turisti e molto amato dai residenti, soprattutto fotografi. In calendario dal 4 al 30 giugno 2016

"Sentieri Peregrini" ad Alfonsine (RA) un labirinto in un campo di mais dal 15 giugno 2016

Verrà inaugurato mercoledì 15 giugno alle ore 16.00 "Sentieri Peregrini", il labirinto più grande in Europa, realizzato presso la azienda agricola Carlo Galassi, via Roma 111, Alfonsine (RA). 70mila metri quadrati, un dedalo di piante di mais in cui perdersi e ritrovarsi. Curatore della edizione 2016 del labirinto è Luigi Berardi, artista del vento, di cui in passato abbiamo scritto qui. Previsto l'ingresso a pagamento: 8,00 euro intero e 5,00 euro ridotto. Assolutamente consigliato, da non perdere.   

lunedì 13 giugno 2016

"Rocca Cinema" il cartellone 2016 alla Rocca Brancaleone di Ravenna (RA)

Torna dal 11 giugno 2016 "Rocca Cinema": tanti appuntamenti con il cinema all'aperto presso Rocca Brancaleone, via Rocca Brancaleone, Ravenna (RA)Orario di apertura biglietteria 20.30, con inizio spettacoli ore 21.30. I prezzo sono i seguenti: interi € 6,00, ridotti (over 65 - under 13 - Tessere WEB) € 5,00, Abbonamento 10 ingressi € 40,00. Per informazioni 0544 216077 oppure 331 4709412 (solo orari apertura). Per la programmazione completa visita il sito. Un piccolo consiglio spassionato: non dimenticare un repellente per insetti. 

"Parlando sotto le stelle" all'Orto Botanico di Ravenna (RA) da giugno a luglio 2016

Nei mesi di giugno e luglio 2016 si svolge a Ravenna "Parlando sotto le stelle",  una rassegna olistica dedicata alla cura del benessere fisico, emozionale e spirituale. Organizzata dall'Erboristeria dell'Orto Botanico e scuola per Operatori olistici professionale AMA SA ARANI vuole dare voce a tradizioni antiche e maestri autorevoli di tecniche spirituali e di metodi di guarigione L'ingresso è gratuito.Le conferenze si tengono presso la Sala della BPR, a lato dell'orto Botanico, Piazzetta Serra 20, Ravenna (RA). Per ulteriori info rivolgersi a dott.ssa Rosa Maria Sciarra, presso l'Erboristeria dell'Orto Botanico, oppure consultare sito

"Pievi in Musica": concerto a Filetto (RA) venerdì 17 giugno 2016

Mosaici Sonori, in collaborazione con Capit Ravenna e con il Comitato Cittadino di Filetto-Pilastro, presenta il quinto appuntamento della rassegna “Pievi in Musica” venerdì 17 giugno alle ore 21.00, nella pieve romanica di San Lorenzo a Filetto (RA). Il concerto dell’ Ensemble Mosaici Sonori vuole essere un omaggio al celebre compositore italiano. Le storie e gli aneddoti che circolano attorno alla figura del maestro di Pesaro sono leggendari. La serata allestita nella vecchia pieve romanica di Filetto è stata pensata per essere un itinerario musicale che alterna esecuzioni di brani di Rossini con racconti, fatti e aneddoti legati alla figura del creatore de “Il barbiere di Siviglia”. “La nostra idea, che ha incontrato subito il favore del Comitato Cittadino di Filetto-Pilastro”, - dichiara Piergiorgio Anzelmo di Mosaici Sonori -, “era quella di proporre al pubblico uno spettacolo focalizzato sulla vita di Gioacchino Rossini. Il compositore di Pesaro ha vissuto fino alla fine un’esistenza straordinaria, che è di per se stessa uno spettacolo. Attraverso celebri brani d’opera, le ouvertures, e letture scelte, abbiamo voluto trasmettere la personalità poliedrica di questo personaggio che ha attraversato da protagonista la cultura di due secoli. Rossini merita senz’altro un omaggio. Abbiamo inserito il concerto all’interno della rassegna pensando alla pieve romanica di San Lorenzo a Filetto come alla cornice più suggestiva per questo tipo di operazione. Il pubblico godrà dell’ascolto e dei tanti aneddoti, ai più sconosciuti, che riguardano la vita e le opere di un italiano anomalo, globetrotter e cosmopolita come pochi alla sua epoca. Un’occasione per fare grande la cultura nel territorio.”Pievi in musica" fa parte del progetto della regione Emilia-Romagna “Mosaici di Note”, per la qualificazione del territorio passando attraverso un’offerta culturale di qualità. In caso di maltempo il concerto avrà luogo nella Chiesa della Madonna di Sulo, Via Roncalceci angolo Via Nuova, Filetto (RA). Ingresso libero.